Segui NEISHI su facebook!Segui i feed RSS di NEISHI!

Neishi

 
 
 
 

Nel nostro pensiero medico, basato sulla materia, maschi e femmine differiscono solo per il sistema riproduttivo, secondo la visione energetica sono due sistemi differenti.

Tra Cielo e Terra dialogano lo yin e lo yang, il lato in ombra e il lato in luce della collina, condizione fertile per manifestare la vita. Acqua-fuoco, femminile-maschile, ombra luce, sangue-energia, rene-cuore...

 

La fisiologia femminile in medicina cinese è basata sui cicli del sangue, quella maschile sulla stabilità del QI, energia.
La ciclicità rispecchia i ritmi della natura nella loro complessità e mutevolezza, le maree, le lunazioni, le stagioni...
La donna, altrettanto complessa e mutevole, alterna pieni e vuoti, yin e yang in funzione del creativo in ogni suo aspetto.

L'instabilità delle sue energie è necessaria al concepimento che non sarà possibile in condizioni relativamente più stabili come prima del menarca, nell'amenorrea o nella menopausa.
La donna riflette nelle variazioni del suo corpo e della sua psiche questa dinamicità.

Nella Medicina Cinese l'asse centrale cuore-rene, fuoco -acqua, yang-yin governa la fisiologia umana : “l'acqua sale a rinfrescare il fuoco, il fuoco scende a riscaldare l'acqua” in particolare governa la vita psichica ed il sistema di gratificazione.
Nella donna l'utero si interpone tra i due poli dell'asse comunicando sia con il rene che con il cuore: rene - Jing essenza che custodisce ogni memoria di specie e cuore generatore e motore del sangue e della psiche. Il sangue mestruale gui è il“tesoro della fertilità”.
Lo Shen, spirito, psiche, intelletto, è radicato e nutrito dal sangue, la ciclicità di pieno e vuoto di sangue nella donna condiziona le emozioni ma anche la sua connessione ai cicli naturali tra Terra e Cielo, rendono sensibile la percezione del cuore.

Le Donne sono state guaritrici, sciamane, curandere, erboriste, sacerdotesse e... streghe secondo il contesto culturale in cui sono vissute. Le Vestali custodivano il fuoco degli Uomini, Iside i segreti della Materia e la resurrezione di Osiride, la fertilità della terra Gaia.
Le nostre radici Celtiche sono matriarcali, la Dea Brigit genera il mondo, la luce e gli esseri, la grande madre Natura. Cultura cancellata dall'imposizione da una religione di stato esotica e patriarcale dai romani conquistatori: il cristianesimo.

Tre lettere-numeri nella tradizione ebraica parlano del femminile:
Hei 5, Mem 40, samekh 60.
hei è un femminile sacro, una informazione pura. Il soffio di luce della madre divina, del cielo, l'ispirazione, l'intuizione connessione con un ordine superiore implicito.
Il pentecolo, la stella a 5 punte simboleggia il femminino nella sua connessione, generazione .
Il soffio viene accolto dalle acque Materne di Mem e portato in Memoria nella Materia.
Il passaggio evolutivo di Samekh è la potente trasformazione di una luna che irradia come sole, non piu'luce riflessa. Il sole femminile che ha in sé la potenza di essere stato luna.
Ci ricorda il significato di Brigit: colei che esalta sé stessa.

Questo è il momento di trasformare una cultura della prevaricazione.
Sarà il coraggio, il creativo femminile del cuore, la Forza di essere creatori ad innescare una nuova coscienza di rispetto e amore per la terra ed i suoi abitanti, una economia del dono, una medicina sana ed una educazione amorevole. Osserviamo come fa la Natura ed il nostro cuore. 

 
 

Copyright © 2009-2020 NEISHI, l'arte di guardare dentro | Privacy | Cookies | Design 2010 di Emanuela Zilio